Invictus = Non vinto

Invictus è una poesia scritta dal poeta inglese William Ernest Henley (1849–1903). Fu composta nel 1875 e pubblicata per la prima volta nel 1888 All’età di 12 anni, Henley rimase vittima del morbo di Pott, una grave forma di tubercolosi ossea. Nonostante ciò, riuscì a continuare i suoi studi e a tentare una carriera giornalistica a Londra. Il suo lavoro, però, … Continua a leggere

E’ stato uno strano Natale

Da quando mi sono salvata da un cancro credevo di aver capito meglio il mestiere di vivere al meglio il presente e di non rimandare, invece so che rimando ancora il dolore.  E’ stato uno strano Natale. Ho vissuto il calore dei miei cari che mi piace tanto, ho guardato il film “Basta che funzioni” che mi ha divertito e mi … Continua a leggere

Scuola e vita 2

per continuare il paragone: occorrono trasformazioni di Lorentz applicate al moto tridimensionale (e ancora non si sa se qualcuno ha fatto tutti i calcoli giusti e si è trovato un risultato coerente con la teoria di Einstein!) e occorre sapere per quale velocità conviene applicare invece le trasformazioni galileiane che ci fanno risparmiare tempo e neuroni! Insomma un matematico è … Continua a leggere

Scuola e vita 1

A scuola c’è il “libretto” da imparare ed applicare, è una base buona ma è simile allo studio di un moto unidimensionale, vivere invece corrisponde al movimento nello spazio-tempo tridimensionale, occorrono competenze al cubo e variazioni rapide e corrette per centrare gli obiettivi agli istanti in cui interessano!